QQ LYR

Il sistema binario ad eclisse QQ Lyr appartiene al tipo denominato “Beta Lyrae”, dal nome del capostipite da cui questo prototipo di stelle variabili prende la denominazione, la cui variabilità venne scoperta da John Goodricke nel 1784.

Le curve di luce caratteristiche delle binarie di tipo Beta Lyr sono a variazione continua e regolare, con eclissi che iniziano e terminano in modo graduale. La variazione di magnitudine in ampiezza di solito si attesta al disotto della magnitudine.

Il tipo di variabilità viene classificato come EB/SD, in cui le stelle (di classe spettrale B e A) assumono forma di ellissi e questo comporta una indeterminazione nell’individuare i tempi di inizio e fine eclissi, a causa del mutamento ininterrotto della luminosità dovuta ad entrambe le componenti. Sono sistemi a contatto -nel caso di QQ Lyr semi-distaccati- in cui una delle componenti, pervenendo allo stato di gigante, riempie il proprio lobo di Roche trasferendo parte del materiale gassoso alla stella compagna.

Le riprese sono state effettuate il 14/09/2013 tramite il telescopio dell’ATA Meade ACF Ø 350mm focale 3500mm f/10; CCD ST8XE, filtro C. Sono state realizzate 165 immagini da 50” ciascuna, con i relativi dark. L’elaborazione è stata eseguita con Maxim DL, mentre per la rilevazione del minimo è stato utilizzato il software AVE. In questo caso è stato osservato il minimo primario (I), che ha dato come risultato 2456550.3634 (HJD giorni giuliani eliocentrici), come riportato nella figura 1.

Figura 1.
Figura 1

Il diagramma O-C, che mostra la discrepanza fra l’istante osservato e quello calcolato mediante effemeridi, risulta uguale a 0.0417.

La curva di luce completa è visibile in figura 2. Sull’asse delle ascisse viene riportata la fase, con il minimo coincidente con lo zero; nell’asse delle ordinate viene indicata la variazione della magnitudine, con la discesa al minimo, il quale viene raggiunto nel momento in cui una delle due stelle viene occultata dalla compagna,  seguita infine dalla risalita della luminosità che segnala il termine dell’eclissi.

Figura 2.
Figura 2

Nel caso esaminato la variazione di splendore di QQ Lyr è compresa tra la magnitudine 14.5 e 15.1; il periodo orbitale è di 1.74 giorni.

Cervoni M.

Referenze

http://var2.astro.cz/EN/brno/index.php